Benessere e rigenerazione con le pietre millenarie

Wellness e salute passano per l’equilibrio tra corpo e mente. Tutti i benefici del legame con le eredità nuragiche e con l’acqua

La Sardegna terra di benessere, relax e rigenerazione di corpo e mente. È ormai noto che l’Isola per la sua conformazione naturale e la compresenza di elementi come l’acqua sia diventata una meta per chi cerca, oltre a sole e mare, anche una ricarica di energia positiva per il fisico. Ma non tutti sanno che dal legame millenario dei sardi con le pietre, caratteristica principale della regione, nascono nuove forme di ricerca del wellness.

 

La forza magnetica delle pietre nuragiche

Arriva dal mondo nuragico questo legame millenario della Sardegna con la pietra e le pietre insieme all’acqua sono legate anche al benessere, una fonte naturale per trattamenti wellness e percorsi energetici. Pietre megalitiche e forze magnetiche, un’associazione plurimillenaria sentita ancora oggi nei luoghi dove sorgono le eredità della preistoria, domus de Janas, dolmen e menhir, nuraghi e tombe di Giganti, dove si colgono particolari suggestioni e un senso di mistero. Queste antiche pietre si pensa abbiano anche una potente forza che pare influenzi corpo e anima e generi benessere. A Palau, per esempio, la tomba di Li Mizzani richiama tanti visitatori che qui vengono per caricarsi di energie positive, stando a contatto con le enormi pietre dell’esedra e del corpo funerario.

I greci e i romani nell’Isola

È ormai certo, per esempio, che nella Sardegna nuragica si praticasse il rito dell’incubazione. Una pratica che consisteva nel dormire in un luogo sacro, in attesa di sogni rivelatori. Un rito religioso strettamente connesso col culto degli antenati.
Il primo a parlare di incubazione fu Aristotele. Scrisse che “in quest’isola vi erano degli eroi presso le cui tombe andavano a dormire coloro che volevano liberarsi dagli incubi”. La notizia fu ripresa da Tertulliano con queste parole: “Aristotele scrive che un certo eroe della Sardegna liberava dalle visioni coloro che andavano a dormire nel suo tempio”. Ovviamente le visioni di cui bisognava liberarsi erano le allucinazioni, le ossessioni, le manie, ma anche la possessione da spiriti maligni e le convulsioni epilettiche, ovvero i disturbi del sistema nervoso e i gravi traumi psichici.

 

Benessere dall’acqua di mare

Già nell’antichità i romani soggiornavano a lungo sulle coste sarde per godere del clima mite, dall’aria salubre e sfruttare le proprietà dell’acqua del mare, incontaminata e ricca di oligoelementi e minerali. Immersi in acqua marina, istintivamente pare sentissero il legame ancestrale tra il mare e l’origine della vita e percepissero la forza magnetica di acqua e pietra. Così, naturalmente, si ritrovava l’armonia tra il corpo e la mente, sensazioni di benessere di cui gli abitanti e i visitatori della Sardegna possono godere anche oggi.
Il legame tra pietra e acqua di mare si ritrova anche nei trattamenti delle SPA e dei centri benessere degli hotel del gruppo Felix, come quella dell’hotel La Coluccia di Santa Teresa Gallura.

 

Condividi

Visita la Tomba dei Giganti Li Mizzani

Il nostro team dei Felix Hotels dove hai scelto di soggiornare ti darà tutte le indicazioni per farti scoprire i luoghi dove sperimenterete l’energia delle pietre e dell’acqua.

Prenota

Iscrizione alla Newsletter

Inviando questa richiesta, confermo di aver letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento che i miei dati vengano elaborati in modo da fornire il servizio richiesto. Vedi l'informativa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin