Lavorare in vacanza: lo smart working in Gallura

Telefono, agenda, computer portatile e le quattro pareti grigie dell’ufficio possono trasformarsi in un panorama vista mare per il tuo smart working in Gallura.

Il neologismo è creato: “workation”, in una fusione dei termini “work” e “vacation”. L’evoluzione del mondo del lavoro sempre più flessibile e gli avvenimenti legati alla pandemia, hanno accelerato la trasformazione dal semplice smart working, che ormai sta spopolando anche in Italia, al lavoro agile, ma in vacanza.
Sono all’incirca cinque milioni i lavoratori italiani che nel 2020 sono stati messi in modalità “smart”. Circa 2,5 milioni nella pubblica amministrazione e – si stima – altri 2 milioni nel privato, ma ci sono studi che parlano addirittura di 8 milioni di persone che lavorano in remoto. Il 2020 ha dato una notevole impennata a una modalità professionale che da tempo le grandi imprese stavano sperimentando. Non a caso viene definita “smart”, cioè “intelligente”: meno spese per tutti (di ufficio, o di trasporto), nessuna perdita di efficienza. E chi sta vivendo questa nuova forma di lavoro, spesso non ha nessuna intenzione di tornare indietro. Anzi decide di organizzare meglio il proprio tempo dedicato all’attività lavorativa.

Tutti i benefici

Che lo smart working rappresenti una modalità di lavoro con spiccati vantaggi per le aziende e le persone è ormai un dato piuttosto assodato. Da uno studio elaborato dall’osservatorio Smartworking del Politecnico di Milano, indica che avere la possibilità di lavorare a distanza fa registrare per le aziende un incremento di produttività pari a circa il 15% per lavoratore, una riduzione del tasso di assenteismo per malattia pari al 20% e una riduzione dei costi di gestione degli spazi fisici del 30% circa. E sul fronte dei dipendenti il lavoro a distanza è apprezzato soprattutto perché, secondo un sondaggio recente, concede un maggior equilibrio tra vita personale e vita lavorativa e ha un impatto positivo sulla salute psico-fisica. Ma non solo, la bellezza del luogo da cui si lavora per il 41% ha un impatto sulla qualità del lavoro, per il 33% incide in modo migliorativo sulla produttività e per il 28% aiuta la creatività. Così oltre il 66% degli intervistati sta pianificando per i prossimi mesi di lavorare da remoto lontano dalla propria casa di residenza e di farlo per un periodo piuttosto prolungato.

I luoghi giusti

Cosa c’è di meglio, quindi, che lavorare con vista sul mare, immersi nella natura e magari poter fare un salto in spiaggia durante la pausa pranzo, rilassarsi in una piscina o fare jogging in un parco. O ancora poter fare riunioni e meeting o attività sportive di teambuilding per una squadra di lavoro.
Così sono in tanti a scegliere di prenotare un soggiorno dedicato al lavoro in un hotel ‘di vacanza’, dal quale potersi permettere pause di vero svago e luoghi che facilitano la concentrazione e l’ispirazione per chi svolge lavori creativi. Bastano poche cose basilari: un servizio wi-fi potenziato, spazi ricavati ad hoc per le postazioni, camere studiate con spazi per il lavoro, caffè e se si desidera approfittare per portare la famiglia in vacanza, un divertente miniclub e servizi dedicati ai più piccoli.
Contattaci per organizzare il tuo smart working in Gallura.

I vantaggi

“La bellezza del luogo da cui si lavora ha un impatto sulla qualità del lavoro, incide in modo migliorativo sulla produttività e aiuta la creatività”

Condividi

Prenota

Iscrizione alla Newsletter

Inviando questa richiesta, confermo di aver letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento che i miei dati vengano elaborati in modo da fornire il servizio richiesto. Vedi l'informativa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin